m
Por favor espera ......

Respuestas

Mi personalidad
Lo que me parece mal / feo en la vidasanthosh257: People with Lot of Misconceptions and dont' respect others views
luke: Siamo troppo ipegnati a guardare il futuro, a porci degli obbiettivi quando in realtà basterebbe vivere ogni attimo non preoccupandoci troppo di ciò che accadrà
peonia: Vulgarity, ignorance, cheating, mean people
lebonheurdetta: La cattiveria, la superficialità delle persone, la violenza
francescoaudace: Sopporto pochissime cose, ancor meno le persone moraliste. Non mi piace conformarmi solo per il bell'apparire. Non mi piace chi si inchioda alle masse.
marcie: La superficialità e la meschinità
granada: Morire quando hai imparato a conoscerti e a godere della vita
nuvolo: I posti troppo affollati da gente troppo rumorosa, la disonestà e gli inganni
newman: The incomprehension between human beings
lordmoonstone: La falsità, l'invidia e il voler dar fastidio gratuitamente.
valya: Bè, nella vita purtroppo ci sono anche tante cose brutte e nei momenti peggiori tendiamo a concentrarci purtroppo solo su queste.

Innanzitutto non tollero ogni forma di ingiustizia e di prevaricazione dei forti sui più deboli; non sopporto le prepotenze, da quelle perpetuate ad esempio dalla società stessa attraverso la sua organizzazione per arrivare a quelle più quotidiane, come quelle che ad esempio si fanno i bambini tra di loro a scuola.

Non sopporto la disonestà, la corruzione, la falsità, l'ipocrisia, e penso che uno dei problemi maggiori nella società occidentale sia quello di anteporre il profitto al benessere e al valore dell'individuo, commisurato appunto alla sua capacità di produrre beni materiali.

Il male più grande è che si dimentica l'uomo nella sua essenza più nobile, quella spirituale e interiore, per dare spazio solo a quella esteriore, in un abbrutimento generale dove l'individuo è schiacciato da una mentalità volta all'accumulo e al mero apparire.

Forse la cosa più triste è notare - essendo io un'educatrice - come il male sia radicato in fondo nell'anima umana, visto che l'istinto primario dei bambini e dei ragazzini è comunque sin da molto piccoli quello di prevaricare sul più debole, quello di dare addosso ed emarginare chi non è come gli altri. Solo l'educazione può arginare l'istinto belluino e primitivo di sopraffazione.

Io ho una visione molto cupa e pessimista della natura umana, ben rappresentata a mio avviso ne "Il signore delle mosche" di Golding.

yorick75: Tutto ciò che è fuori (ok, fa un po' hikikomori ma è da contestualizzare, specificare, etc.)
emilia: La falsità
splinder: Il darwinismo sociale, guerra, liberismo economico, il sadismo, l'ingiustizia sociale, l'ineguaglianza formale e sostanziale, l'omicidio, la squalificazione dell'umanità rispetto alle competenze
atena: La confusione che si ha quando gli altri ti stanno intorno parlano di tante cose ma tu non capisci niente.
novella: La maleducazione
massimo: Odiare e solitudine
verde: Le psichiatria,la cattiveria,le ingiustizie,
sacerdotessa: Non vedo nulla di sbagliato
mala: L'egoismo ed il cinismo di alcuni individui (la maggior parte) l'abbandono